La diamo a tutti?

“La diamo a tutti… l’Adsl dove non c’è”, mentre una bella ragazza in bikini sembra promuovere una linea di prodotti solari. Si faccia avanti l’equipe di comunicatori che ha concepito un’idea così originale, merita una standing ovation… chissà che fatica, che sforzo creativo… Tutti maschi?… mmmm… improbabile, ma supponiamo anche che sia così: un copy, un art director e un … Continua a leggere

Tutta colpa di Eva

Oggi ho pranzato con tre maschi e si è parlato di una donna giunta ai vertici della carriera grazie a favori sessuali elargiti con generosità a destra e a manca: ovviamente lei era il demonio e gli uomini beneficiati delle povere vittime. Non sono intervenuta, non li ho interrotti, ho lasciato che dessero sfogo alla fantasia negli epiteti e nelle … Continua a leggere

Libertà di morire

“Su se stesso, sul proprio corpo e sulla propria mente,
l’individuo è sovrano”: lapidaria e inequivocabile questa frase di John Stuart Mill tratta da On Liberty, Saggio sulla Libertà del 1859, che sottoscrivo senza riserve. Sembra dare una risposta puntuale alle domande che mi pongo interrogandomi sulle problematiche relative alla materia “fine vita”: di chi è il mio corpo? A chi … Continua a leggere

Il sesso delle parole

Sono trascorsi venticinque anni dalla pubblicazione del testo di Alma Sabatini e Marcella Mariani “Il sessismo nella lingua italiana” in cui si suggeriscono alcune linee guida sull’uso non discriminante della nostra lingua. Il lavoro, commissionato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, rientrava nel campo delle iniziative sostenute dalla “Commissione Nazionale per la realizzazione della parità fra uomo e donna”.Immagino che … Continua a leggere

8 marzo: oggi quanti stupri?

Quando veniamo al mondo ci vestono di rosa e la prima cosa che si augurano per noi è che non saremo brutte: per una donna essere piacevole è il primo dei doveri. Nei primi anni della nostra vita ci insegnano cosa è più adatto alle bambine per alimentare il giusto senso di sudditanza nei confronti del maschio e per favorire … Continua a leggere

Libertà

Erika Di Nardo è libera. Dicono. Questo suscita l’indignazione di molti, di tutti coloro che per punire il colpevole vorrebbero chiuderlo dentro e buttare via la chiave: invocano la pena di morte, le punizioni corporali, si indignano perché oggi i detenuti “hanno tutte le comodità”, vedono la detenzione come una vacanza a spese dello Stato…  Avranno i loro motivi, i … Continua a leggere

Rimpianto

Dove sono io?… Sono dov’è il respiro, ritmico testimone involontario del mio scambio con la vita? O sono dietro la fronte, affacciata alla finestra degli occhi? O più semplicemente sono o non sono al cospetto del sogno, ospite che non s’annuncia e non si accomiata, incostante, intangibile, umorale, spietato e pietoso… E io lì, che sono e non sono, in … Continua a leggere

Morire di lavoro nero

Lavori per dodici ore in un posto buio e umido, senza finestre, con un bagno di fortuna e nessun comfort, privo dei minimi requisiti di sicurezza. Lavori lì perché ne hai bisogno. E basta. A fine giornata ti consegnano, se va bene, quarantotto benedetti euro… Hai pensato a cosa ne farai? Hai riflettuto bene?… C’è la bolletta da pagare, quella … Continua a leggere